di Alessia Locatelli

Siamo stati il 25 ottobre 2016 all’inaugurazione della mostra personale del fotografo Fabrizio Crippa presso gli spazi di Loretoprint, in Via A.Costa 7 a Milano. Il connubio tra l’arte della fotografia di Crippa e l’abilità tecnica di Vito Ferrone – proprietario di Loretoprint – ha dato vita alle splendide stampe in mostra sino all’8 novembre. Oltre 50 le opere allestite in differenti dimensioni, carte e supporti. Un catalogo delle molte possibilità che, dal Fine Art alle soluzioni più commerciali, permette oggi a tutti i progetti e idee di trovare la loro forma ideale.

All’ingesso, su cavalletti, 12 stampe nel grande formato 70×100 cm restituiscono tutta la potenza della resa materica e cromatica della stampa Fine Art.

Quattro le carte Permajet selezionate dal catalogo Fine Art, tre immagini per ogni supporto: Natural Canvas 390gr, Glossy 260gr, Cartoncino Cropper 2mm e Baritata museo 310gr.

Le scelte della carta sono state fatte coerentemente al soggetto esposto – il Matt per un Bianco e Nero, più riflessivo e materico, e la Glossy per restituire in pieno le forti cromie dell’India – al fine di offrire al prodotto finito una profondità che vada oltre l’immagine stessa, in una sinergia completa tra fotografo e stampatore perchè è con questa modalità che si crea in definitiva l’opera d’Arte Fotografica. La stessa coerenza di concetto si ritrova anche nei montaggi conservativi, in legno neutro o colorato, a cassetta americana, e in spessori differenti.

La serie dei volti, 32 fotografie 30x30cm, è stata prodotta utilizzando il già citato Cartoncino cotone J.Cropper 2mm Two Sided Matt della Permajet. Sguardi sereni, profondi o sorridenti che vanno a comporre un mosaico sulla parete in cui gli occhi dei soggetti entrano in un dialogo diretto ed intenso con il visitatore.

La seconda parte della mostra – allestita direttamente sulle macchine da stampa a citare la relazione diretta e imprescindibile tra tecnica e creatività – si struttura in una serie di stampe su materiali molto diversi e fuori dal mondo del Fine Art, ma utili a mostrare altre soluzioni di stampa per l’immagine. Un’illuminazione teatrale ad “occhio di bue” restituisce all’osservatore una suggestiva carrellata di stampe su porte, su tela nelle coinvolgenti dimensioni di 3x2metri, su parquet e gres porcellanato, atte a mostrare nuove idee ed applicazioni per l’interior design e l’advertising a cui un laboratorio di stampa è in grado di dare forma.

Chiediamo a Fabrizio Crippa se ha trovato il range di carte Permajet vicino al concetto e all’emozione che desiderava raccontare. Ci spiega che – vista l’ampia gamma e qualità di tali carte, si è affidato anche alla conoscenza del prodotto dello stampatore stesso, Vito Ferrone, che lo ha guidato nella scelta migliore. “Il B&N rende molto” ci racconta “Ed i soggetti scelti da me sono tali proprio per ottenere una resa in fase di stampa potente e suggestiva. L’India è una terra magica piena di colori e contraddizioni che ho cercato di raccontare attraverso la selezione delle fotografie in mostra”.

Un catalogo gratuito – stampato anch’esso da Loretoprint – ci permette di capire ogni singola immagine con che carta e modalità è stata stampata, segno di un’attenzione verso i prodotti e le carte e aiuto per chiunque desideri approfondire maggiormente tale argomento.

Info e Contatti:

Tribal India, mostra personale di Fabrizio Crippa

c/o Loretoprint, Via A.Costa 7 – Mi

tel: 02.2870026

info@fabriziocrippa.it

www.colorsofindia.it

www.fabriziocrippa.it

permajetjames-cropperloretoprintmarchio-orizzontale-cmyk